Targeting e retargeting: far crescere pipeline e ricavi con la tua prossima campagna marketing

Se tra gli obiettivi che ti prefiggi di raggiungere con la tua prossima campagna marketing ci sono, crescita della pipeline e dei ricavi, saprai già che il “Targeting”– ovvero il profilare, il costruire e l’indirizzare la tua “audience”-è tra gli elementi chiave per ottenere percentuali di conversione a due cifre.

Sia che tu ti stia concentrando sulla parte alta del Funnel- TOFU ovvero Top Of The Funnel- e ti ponga l’obiettivo di generare nuovi contatti (i.e. Lead Generation), e/o  sulla parte più bassa di quest’ultimo- BOFU o Bottom Of The Funnel- e ti prefigga di convertire in opportunità i contatti già qualificati (i.e. Account Based Marketing), le ultime funzionalità di targeting rilasciate da LinkedIn, possono esserti di aiuto.

LinkedIn ci permette infatti di definire la nostra audience, profilando gli utenti che rispondono ai nostri criteri di selezione ed incrociandoli con dati ed informazioni tenute costantemente aggiornante proprio dagli utenti stessi: job experience, company, education, demographics ed interessi.

Su “interessi” in particolare, ultimo ed efficace criterio di profilatura appena rilasciato dalla piattaforma, vale la pena spendere due parole in più.

In sostanza, LinkedIn permette di impostare i criteri per definire l’audience, incrociando argomenti e temi d’interesse dei propri utenti (i.e. iscrizioni a gruppi, contenuti con i quali questi interagiscono di più, etc)  con- e qui sta la vera novità- i contenuti (B2B) che quegli utenti hanno ricercato su Bing, il motore di ricerca di Microsoft (che guarda caso possiede anche LinkedIn).

Impostando “interessi” come criterio per il “targeting”, saremo quindi in grado di profilare e raggiungere un insieme di utenti unici, anche quando gli altri parametri e criteri di selezione non dovessero risultare così efficaci.

Ad esempio nel caso ci ponessimo di definire e raggiungere una audience fatta di un insieme di persone che “devono viaggiare per lavoro….”,  il solo criterio della “job experience”, non risulterebbe così pertinente ai fine della profilatura, poiché probabilmente andremo a ritrovarci una audience composta da agenti di viaggio ed operatori turistici.

Impostando (anche) “interessi” come criterio per la definizione della audience, saremmo in grado invece di selezionare ed indirizzare coloro che hanno inizializzato una ricerca inserendo parole chiave pertinenti (i.e. “hotel business a Londra”) su Bing.

Mostrando un interesse sull’argomento “viaggio di lavoro…” e rispondendo meglio ai nostri criteri di selezione, quegli utenti- verosimilmente Managers e/o Consulenti che effettivamente viaggiano per lavoro-, rientreranno nella nostra “audience” che risulterà pertanto più accurata e precisa e quindi con percentuali di conversioni potenzialmente superiori.

LinkedIn offre inoltre la possibilità di definire ed attuare tattiche di  “retargeting”  utili per mirare sia utenti “anonimi” (i.e. Campagne di lead generation per la parte alta del funnel) ma anche contatti già qualificati e quindi esistenti nel nostro CRM (i.e. campagne di account based marketing mirate ai contatti che si trovano nella parte più bassa del funnel) che hanno visitato il nostro sito web o specifiche sezioni e pagine (i.e. pricing).

Grazie al retargeting abbiamo infatti la possibilità di “ripresentarci” ad utenti anonimi (TOFU) ed a contatti già qualificati (BOFU) e di provare a convertirli, rispettivamente in contatti qualificati ed opportunità, lungo le diverse fasi del funnel.

Targeting (e retargeting) rappresentano quindi 2 elementi fondamentali per costruire Campagne di Marketing mirate che consentono di raggiungere percentuali di conversioni a due cifre.

 

Per saperne di più sul come possiamo aiutarti a definire ed operare una Strategia di Marketing “su misura” o, sul come declinarla in Campagne mirate di Lead Generation, Awareness ed Account Based clicca qui -> 


amedeo chiappini,

Co-Founder & Managing Partner @ Metrika

Laureato in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Milano, Amedeo ha maturato una ventennale e solida esperienza internazionale in ambito Marketing e Sales Enablement, in diversi settori: dal Fintech all’ICT. Prima di fondare “Metrika”, Amedeo ha coperto ruoli di responsabilità Marketing presso AT&T, Tele2, Centax, Italtel ed infine Colt. È sposato e papà di 2 bambini con i quali condivide la passione per gli Sport; ama viaggiare, allenarsi e leggere.