Perchè il Retargeting è considerata tra le tattiche più efficaci per una Strategia di “Brand Awareness”.

Prima dell’avvento del web e del digital marketing, i Brands utilizzavano canali di comunicazione “di massa” come la TV, la Radio e la Carta Stampata perchè, oltre a garantire “frequenza e raggiungibilità”, era la modalità più semplice per raggiungere larghe fette di pubblico e creare “brand awareness”.

Ciò implicava ovviamente che le campagne advertising più efficaci erano sempre e solo quelle promosse e dominate dai “brands” che detenevano i budget marketing più significativi ed imponenti.

Ora, la frammentazione dei canali media e la disponibilità di nuove tattiche digital hanno cambiato radicalmente le “regole del gioco”, consentendo di fatto, anche al più piccolo tra i siti “eCommerce” o al negozio posto all’angolo della strada, di indirizzare ed ingaggiare la propria audience e di accrescere “l’awareness” del proprio brand in maniera più efficace di quanto possano fare i grandi Brand.

Secondo le ultime ricerche il 98% dei visitatori (anonimi) di un Sito Web, lo lasceranno senza essere stati “convertiti” in leads: ovvero senza aver compilato un qualche form per la raccolta/ rilascio dei loro dati personali (i.e. indirizzo email, nome, etc etc).

Il Retargeting permette di ovviare a questo problema, consentendoti di riconoscere, “inseguire”, reindirizzare ed ingaggiare con attività di (paid) advertising, solo quegli utenti che, atterrando e navigando le pagine del tuo sito web, blog o landing page (o anche che sono entrati e registrati presso un tuo negozio fisico o nel tuo “Stand” ad un Evento) hanno già espresso in precedenza una qualche forma di interesse per il tuo Brand.

Tecnicamente ciò è reso possibile grazie all’inserimento di un “tracking tag” (i.e. 2 righe di codice java rilasciato dalle piattaforme che offrono questo Servizio) all’interno del codice sorgente della tua pagina web o blog; questo installerà a sua volta dei “cookies anonimi” nei browser delle persone che visiteranno il tuo sito web o blog (i.e. site Retargeting), o che avranno aperto una emailing (i.e. Email Retargeting) consentendoti di reperirne i loro dati (non sensibili), tracciarne comportamento e navigazione sul web ed esporre così il tuo Brand al momento che riterrai più opportuno (i.e. su Google durante la ricerca di un termine correlato ai tuoi Servizi, sui Socials, etc etc).

Questo significa che indirizzando ed esponendo il tuo Brand di fronte agli occhi di una specifica audience di utenti, potrai spendere il tuo budget marketing in maniera più “strategica” e sarai in grado di- una volta impostate e legate KPI e Metriche con i tuoi obiettivi di Business- misurarne e massimizzarne il ROI (i.e. Return on Investment).

Ci auguriamo tu possa aver trovato spunti d’interesse in questo Post, e che tu possa considerare l’utilizzo di questa tattica per costruire la tua prossima Strategia di Marketing.

Qualora desiderassi comprendere meglio come impostare al meglio una tattica di Retargeting o ricevere un aiuto nel definire il tuo piano Marketing, ti invitiamo a contattarci per richiedere un Audit Gratuito:  il nostro team sarà entusiasta di poterti ascoltare, confrontarsi con te ed aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di business.

grazie e a presto,

amedeo chiappini, Founder of Metrika Srl (Startup Innovativa)

___________________________________________

Laureato in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Milano, Amedeo ha maturato una ventennale e solida esperienza internazionale in ambito Marketing e Sales Enablement, in diversi settori: dal Fintech all’ICT. Prima di fondare “Metrika”, Amedeo ha coperto ruoli di responsabilità Marketing presso AT&T, Tele2, Centax, Italtel ed infine Colt. È sposato e papà di 2 bambini con i quali condivide la passione per gli Sport; ama viaggiare, allenarsi e leggere.