Strategia di Content Marketing: fare “in casa” o “esternalizzare” ad una Agenzia?

Sebbene ancora lontani da percentuali “anglosassoni” dove, secondo una recente ricerca condotta dal Content Marketing Institute, l’88% delle aziende hanno dichiarato di utilizzare già Strategie e Tattiche di “Content Marketing”, sono molti i Brand che anche sul mercato nostrano, stanno iniziando ad approcciare o hanno già adottato in una qualche misura, una Strategia di Content Marketing finalizzata sia al raggiungimento di obiettivi di “Brand Awareness” che di “Lead Generation”.

Tuttavia, definire una Strategia di Content Marketing può essere percepito a causa del gran numero di variabili ed elementi da considerare, come un “progetto” complicato e dispendioso da affrontare.

Come in un “puzzle”, così nella definizione di una Strategia di Content Marketing, ogni singolo “Pezzo” o “Contenuto” prodotto dovrà, per formare il grande disegno, “incastrarsi” perfettamente con gli altri.

Da dove partire per costruire un Strategia di Content Marketing?

Ancorché compiere il primo passo, riteniamo si debba essere sicuri, come prima cosa, che i Contenuti che prevediamo di rivisitare o produrre ex-novo, siano effettivamente utilizzabili per una Strategia di Content Marketing.

In sintesi, molti ritengono di aver già sviluppato “contenuti” di Content Marketing (i.e. Video, Whitepaper, etc) quando in realtà ciò che hanno prodotto non sono altro che “Branded Content”: se i Contenuti prodotti parlano solo del Brand, in quel caso non saranno (facilmente) utilizzabili “as-is” per una Strategia di Content Marketing efficace.

Nel Content Marketing, i contenuti (già) prodotti devono oltreché essere allineati e “consistenti” con il (ri)posizionamento del Brand, anche e soprattutto rispondere a specifici bisogni e problemi di business riscontrati e che “affliggono” l’audience in target (i.e. Buyer Persona) ed essere differenziati non solo nei messaggi ma anche e soprattutto nel formato utilizzato e fruito dall’utente, a seconda delle fasi in cui Questi si trova lungo il funnel, il “ciclo di vendita” (i.e. Buying Cycle) del Brand:

Consapevolezza del Bisogno

Considerazione e Ricerca

Analisi e Comparazione delle Soluzioni

Acquisto

Fidelizzazione

Così ad esempio un “Video”, una “Infografica” o una “Press Release” potranno essere più efficaci quando e se, la “Buyer Persona” si trova in uno stadio o fase iniziale di “Awareness”; una “Demo” o un “Webinar” saranno più efficaci per rispondere ed aiutare a risolvere un problema specifico quando la nostra audience si trova già in una fase avanzata lungo il Funnel (i.e. “Considerazione e Ricerca”)…: un “Case Study” o una “Review” funzioneranno meglio se utilizzati quando l’utente si trova già in una fase di “Comparazione” delle differenti soluzioni disponibili sul mercato e sta effettivamente valutando pro e contro della soluzione offerta dal Brand…..e così via.

Chiarito questo passaggio, ci sono 3 modi con i quali un Brand può definire, sviluppare ed operare una Strategia di Content Marketing.

A- Fare tutto “in casa”

B- Esternalizzare tutto (ad una Agenzia o azienda di Consulenza Marketing)

C- Collaborare (con un Agenzia o azienda di Consulenza Marketing)

Ogni approccio ha i suoi pro e contro anche dal punto di vista dell’investimento che il Brand dovrà sostenere nel corso del progetto.

Se “esternalizzare” a terzi può risultare la scelta economicamente più dispendiosa, è pur vero anche che sarà l’approccio più veloce da implementare.

Il “fare tutto in casa” può, a patto che se ne posseggano risorse e competenze adeguate, essere percepito come l’approccio più economico, ma anche quello la cui implementazione richiederà più tempo.

La terza via è quella di lavorare insieme e con il supporto di una Agenzia, sfruttandone ed imparandone nel breve termine, competenza ed esperienze acquisite (i.e. best practices), e pensando però al contempo come riuscire ad adottare nel medio-lungo termine un’approccio “fare tutto in casa”.

Quest’ultimo è l’approccio che riteniamo essere il più saggio e che pertanto suggeriamo di seguire: in estrema sintesi, se da un lato nessuno conosce il tuo business quanto te e le tue persone, dall’altro lavorare con un’Agenzia può aggiungere “l’ingrediente segreto” e tramutare la conoscenza che hai del tuo business, in “Contenuti” pertinenti ed unici, funzionali alla costruzione di una Strategia di Content Marketing efficace e misurabile nei risultati (ROI).

In caso anche tu fossi interessato a capire quale siano il percorso da compiere e le metriche da impostare per iniziare ad elaborare e costruire una Strategia di Content Marketing che possa supportare il tuo Brand a traguardare gli obiettivi di business prefissati, ti invitiamo a visitare il nostro sito o contattarci direttamente per richiedere un Audit Gratuito, saremo entusiasti di poterti aiutare!

grazie e a presto,

amedeo chiappini, Founder of Metrika.

___________________________________________

Laureato in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Milano, Amedeo ha maturato una ventennale e solida esperienza internazionale in ambito Marketing e Sales Enablement, in diversi settori: dal Fintech all’ICT. Prima di fondare “Metrika”, Amedeo ha coperto ruoli di responsabilità Marketing presso AT&T, Tele2, Centax, Italtel ed infine Colt. È sposato e papà di 2 bambini con i quali condivide la passione per gli Sport; ama viaggiare, allenarsi e leggere.